Forgot password?

IPPOCRATE PADRE DE LA MEDICINA


Ippocrate, il filosofo greco antico e padre della medicina, è nato a Kos, il 27 del mese Agrianá 460 aC. Era il figlio di Eraclide e Faneraitis ed è venuto di generazione del padre di Esculapio e la generazione della madre di Ercole. Egli aveva antenati dei sacerdoti Asclepio, gente che conesceva l’arte medica che ha dato un’ottima educazione al piccolo Ippocrate. Oltre i suoi genitori, i suoi maestri sono stati i sofista Gorgia, Democrito il Avderhite e dietista Herodikos. La scienza medica l’ha studiata nelle scuole di Cnido e Kos in Grecia ma anche in paesi lontani come Scizia ed Egitto.
Nei suoi viaggi ha studiato la natura e del clima e ha scoperto come influenzano la salute e il comportamento delle persone. Tornando all’isola ha elaborato le informazioni raccolte e lui ha preso la scuola di medicina di Kos. Lì iniziò a insegnare ai giovani medicina e ha fatto anche studi sulla medicina sacra di Asclepio, i medici maghi, dei formatori e dei filosofi. Si e contraposto alle superstizioni contro la medicina, non haesitato a implementare nuovi metodi terapeutici, ha aumentato lo spazio delle sale di ospedalizzazione di Asclepio, rendendo insegnamenti religiosi mediche a prezzi accessibili per i giovani medici.
E, naturalmente, vale la pena ricordare la grande scoperta quando salvato Atene dal terribile morbo della peste. E ‘stata una malattia che ha decimato migliaia di cittadini. Quanti ateniesi morti che non sappiamo esattamente. E ‘noto, tuttavia, quanti morti nell’esercito della malattia: 300 cavalieri e 4.400 soldati. Sette anni la pestilenza devastara Atene. E sarebbe andato male, se non è apparso stesso Ippocrate, che era allora nel fiore della sua età e della sua carriera scientifica. Ha passato infinite ore a studiare l’epidemia. Ha capito quindi, che coloro che si sono amalati con leggerezza o per niente erano fabbri. Il fuoco quindi era la soluzione secondo lui. Ha consigliato agli Ateniesi di accendere grandi fuochi in tutta la città che lasciarlgi bruciare giorno e notte. Così fatto e la malattia scomparve. Dal questo punto e poi Ippocrate verra’ chiamato ‘’il padre della medicina’’.